ZufZone #Mediterraneo Sabato 26 ottobre

«Questo è un invito artistico e lo organizziamo all’interno del Parco San Giovanni. Il luogo non è casuale, così come non lo è la rassegna. Questo è per noi un omaggio ad una persona che ha fatto tanto, molto, il possibile e spesso di più per l’arte e per gli artisti triestini.»

ZufZone #Mediterraneo è la prima tappa di una rassegna poetica strutturata in otto date, ognuna di un colore diverso. Abbiamo riunito senza criterio tragitti altrimenti soli. Allontanandoci, l’intreccio di corpi sonori è diventato per noi un’intuizione, la ricetta più semplice una meta: zuf.

La prima “esplorazione”, dal colore blu, riguarderà il Mediterraneo, un mare di straordinaria bellezza, che è diventato suo malgrado protagonista della cronaca italiana ed internazionale. Sabato 26 ottobre dalle 20.30 il Posto delle Fragole ospiterà una serata su questo tema.

ZufZone Mediterraneo si aprirà con un Poetry Slam, una sfida non competitiva tra poetesse e poeti, in cui a decretare il vincitore sarà proprio il pubblico presente, attraverso una giuria estratta a sorte da un MC.

A seguire la performance di Matteo Di Genova, attore, slammer e rapper, proveniente da L’Aquila, uno dei maggiori esponenti del Poetry Slam italiano.

Concluderà la serata l’improvvisazione musicale del duo MO, all’anagrafe Federico Mullner e Chiara Orpelli, che lavorano con tastiere, synth e supporti digitali per creare una vera e propria ricerca sonora.

Durante la serata sarà inaugurata la mostra collettiva “Mediterraneo e migrazioni” che sarà possibile visitare per tutto il mese. L’esposizione, curata da Francesco Zardini e Andrea Giacovani, ospita le fotografie di Claudia Bouvier Calderòn e le opere di Gabriele Zardini, Andrea Giacovani, Veronica Pastor e Wissal Houbabi.

A tracciare questa mappa poetica sono ZufZone in collaborazione con la cooperativa sociale La Collina, Associazione Zeno, Il Posto delle Fragole, Radio Fragola.
Un ultimo grazie è rivolto anche a Mediterranea, estremamente coinvolta in questo tema.