Episodi d’arte tra mito poesia e natura #3: Le nozze di Antonio e Cleopatra

Terzo appuntamento con Episodi d’arte tra mito poesia e natura al Posto delle Fragole di Trieste mercoledì 28 marzo 2018 alle 18.00. In questo nuovo incontro pomeridiano, lo storico Luca Bellocchi ci  porterà idealmente a Palazzo Labia, luogo d’elezione del Settecento veneziano, che ospita gli affreschi con le storie di Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo, illustre esempio di decorazione profana d’interni nel lungo tramonto della Serenissima

Sarà interessante scoprire come il Tiepolo interpreta episodi non mitici, non biblici, non religiosi (quindi distaccati dalla realtà), ma storici. La storia romana è tradotta da lui in linguaggio settecentesco; Antonio e Cleopatra sono due attori che recitano la parte di eroi antichi, con abiti, atteggiamenti, mentalità moderni. C’è in essi tutto il raffinato comportamento mondano dell’aristocrazia contemporanea, al punto che, in un modelletto preparatorio dell’Incontro, Antonio compie l’atto galante di chinarsi a baciare la mano di Cleopatra. Se il gesto anacronistico non è stato poi inserito nell’affresco, ciò non significa che sia mutata la concezione. Sarebbe un errore condannare il Tiepolo per questo. Egli non è uno storico, è un pittore; giustamente evita ogni pedantesca ricostruzione di un mondo che non è il suo, limitandosi a ricrearlo fantasticamente e facendolo rivivere davanti alla nostra immaginazione nello straordinario accordo dei colori, infatti Tiepolo produce originalmente un mondo che non è suo ma lo fa rivivere nello splendore e nella ricchezza dei colori e nella sovrabbondanza qualitativa degli abiti e degli arredi.

Luca Bellocchi nasce a Trieste all’inizio degli anni Settanta; sulle rive dell’Adriatico cresce, si diploma e si laurea, dapprima in storia dell’arte e poi in storia moderna. Rientrato in città dopo due anni trascorsi tra Mantova e Urbino, si dedica all’insegnamento e alla curatela di mostre, coltivando ancora la ricerca in campo artistico e seguendo la passione per la statuaria funebre nata con la tesi di laurea incentrata su tale argomento. Ora vive a Trieste, ha un figlio quindicenne che vuole fare il pasticciere,  ama scrivere e giocare a pallone.

A seguire sarà possibile fermarsi per cenare insieme a Luca Bellocchi per conoscere e confrontarsi in un ambiente conviviale e informale, come quello del Posto delle Fragole. Chi lo desidera può prenotare anticipatamente al numero 040 578777

Il prossimo e conclusivo incontro di Episodi d’arte tra mito poesia e natura:

08 aprile domenica ore 11.00 Le ninfee di Monet: luoghi, temi e ispirazioni nel linguaggio di un pittore icona dell’impressionismo

Episodi d’arte tra mito, poesia e natura è un’ iniziativa culturale organizzata dalla Cooperativa sociale La Collina.

Terzo appuntamento con Episodi d’arte tra mito poesia e natura al Posto delle Fragole di Trieste mercoledì 28 marzo 2018 alle 18.00.

In questo nuovo incontro pomeridiano, lo storico Luca Bellocchi ci porterà idealmente a Palazzo Labia, luogo d’elezione del Settecento veneziano, che ospita gli affreschi con le storie di Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo, illustre esempio di decorazione profana d’interni nel lungo tramonto della Serenissima

Sarà interessante scoprire come il Tiepolo interpreta episodi non mitici, non biblici, non religiosi (quindi distaccati dalla realtà), ma storici. La storia romana è tradotta da lui in linguaggio settecentesco; Antonio e Cleopatra sono due attori che recitano la parte di eroi antichi, con abiti, atteggiamenti, mentalità moderni. C’è in essi tutto il raffinato comportamento mondano dell’aristocrazia contemporanea, al punto che, in un modelletto preparatorio dell’Incontro, Antonio compie l’atto galante di chinarsi a baciare la mano di Cleopatra. Se il gesto anacronistico non è stato poi inserito nell’affresco, ciò non significa che sia mutata la concezione. Sarebbe un errore condannare il Tiepolo per questo. Egli non è uno storico, è un pittore; giustamente evita ogni pedantesca ricostruzione di un mondo che non è il suo, limitandosi a ricrearlo fantasticamente e facendolo rivivere davanti alla nostra immaginazione nello straordinario accordo dei colori, infatti Tiepolo produce originalmente un mondo che non è suo ma lo fa rivivere nello splendore e nella ricchezza dei colori e nella sovrabbondanza qualitativa degli abiti e degli arredi.

Luca Bellocchi nasce a Trieste all’inizio degli anni Settanta; sulle rive dell’Adriatico cresce, si diploma e si laurea, dapprima in storia dell’arte e poi in storia moderna. Rientrato in città dopo due anni trascorsi tra Mantova e Urbino, si dedica all’insegnamento e alla curatela di mostre, coltivando ancora la ricerca in campo artistico e seguendo la passione per la statuaria funebre nata con la tesi di laurea incentrata su tale argomento. Ora vive a Trieste, ha un figlio quindicenne che vuole fare il pasticciere, ama scrivere e giocare a pallone.

A seguire sarà possibile fermarsi per cenare insieme a Luca Bellocchi per conoscere e confrontarsi in un ambiente conviviale e informale, come quello del Posto delle Fragole. Chi lo desidera può prenotare anticipatamente al numero 040 578777

Il prossimo e conclusivo incontro di Episodi d’arte tra mito poesia e natura:

08 aprile domenica ore 11.00 Le ninfee di Monet: luoghi, temi e ispirazioni nel linguaggio di un pittore icona dell’impressionismo

Episodi d’arte tra mito, poesia e natura è un’ iniziativa culturale organizzata dalla Cooperativa sociale La Collina.