Episodi d’arte tra mito poesia e natura al Posto delle Fragole

La storia dell’Arte si svela Il Posto delle Fragole in maniera originale e coinvolgente. Quattro appuntamenti, per appassionati e non, a cura dello storico dell’arte Luca Bellocchi, per riflettere sul rapporto tra mito, poesia e natura, e la loro simbiosi con l’arte.
I miti, “così pieni di significato e così privi di una spiegazione” – come diceva il grande poeta tedesco Goethe – sono da sempre patrimonio stimolante per nuove rappresentazioni da parte di discipline diverse. Ma proprio l’arte è lo strumento fondamentale di indagine e reinterpretazione, di intreccio con il contemporaneo, dove un soggetto reso famoso dalla letteratura, dalla mitologia o dal contesto naturalistico viene rivisto e ripensato in chiave differente.
Nel solco del motto latino “Ut pictura poesis”, l’arte ridona splendore a temi noti, la pittura e la scultura rileggono la storia, le allegorie toccano le corde dell’animo.

Proprio questo è il fil rouge che lega tra loro gli appuntamenti d di Episodi d’arte tra mito poesia e natura. Dal 14 marzo all’8 aprile, tre mercoledì e una domenica,ad ingresso gratuito, dove conoscere e riflettere su alcuni dei miti più affascinanti.
14 marzo mercoledì ore 18.00 Amore e Psiche: il testo, narrato nelle Metamorfosi di Apuleio, viene riletto da illustri artisti quali Giulio Romano, Antonio Canova e Jacques Louis David; sullo sfondo verranno trattati alcuni rimandi artistici nella Trieste dell’Ottocento.

21 marzo mercoledì ore 18.00 Apollo e Dafne: la carriera di Gianlorenzo Bernini, sommo scultore dell’epoca barocca omaggiato da Papi e potenti, partendo dall’episodio di Apollo e Dafne, tema caro al poeta latino Ovidio

28 marzo mercoledì ore 18.00 Le nozze di Antonio e Cleopatra: Palazzo Labia, luogo d’elezione del Settecento veneziano, ospita gli affreschi con le storie di Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo, illustre esempio di decorazione profana d’interni nel lungo tramonto della Serenissima

08 aprile domenica ore 11.00 Le ninfee di Monet: luoghi, temi e ispirazioni nel linguaggio di un pittore icona dell’impressionismo
Luca Bellocchi nasce a Trieste all’inizio degli anni Settanta; sulle rive dell’Adriatico cresce, si diploma e si laurea, dapprima in Storia dell’Srte e poi in Storia Moderna. Rientrato in città dopo due anni trascorsi tra Mantova e Urbino, si dedica all’insegnamento e alla curatela di mostre, coltivando ancora la ricerca in campo artistico e seguendo la passione per la statuaria funebre nata con la tesi di laurea incentrata su tale argomento. Ora vive a Trieste, ha un figlio quattordicenne che vuole fare il pasticciere, ama scrivere e giocare a pallone.

A seguire sarà possibile fermarsi per cenare insieme a Luca Bellocchi per conoscere e confrontarsi in un ambiente conviviale e informale, come quello del Posto delle Fragole.
Chi lo desidera può prenotare anticipatamente al numero 040 578777

Episodi d’arte tra mito, poesia e natura è un’ iniziativa culturale organizzata dalla Cooperativa sociale La Collina.